Lettera aperta di due amici all’amico Lello Pontorieri

Share via email

354816030.jpgCaro Lello,
Così iniziavo a scriverti il 20 Novembre di quest’anno, nella prima ‘letterina’ che ti mandavo, sgorgata dal cuore e dalla memoria del tuo ricordo,  incancellabile, presente, vivo oggi come ieri, oggi come sempre, oggi e sempre per tutti i giorni che quel Signore a cui tu sei vicino mi vorrà dare.
Caro Lello,
così continuo a scriverti oggi, alla vigilia della finale del tuo quarto memorial che si disputerà il 30 Dicembre, dopo aver meditato a lungo, in  questa ultima settimana, sulle ragioni e sul perché il tuo torneo anziché divenire un’ occasione di divertimento e di gioia in tuo ricordo, continua ad essere vissuto con altro spirito, con altri sentimenti, con altri scopi, lontani sideralmente da quello che – secondo il mio modesto parere – dovrebbe essere il modo giusto per affrontare queste competizioni. Ti sarai accorto certamente che nelle ultime gare io al campo non c’ero. Ti accorgerai domani che non ci sarò. Troppe cose storte sono successe, una sintesi è difficile offrirla. Violenze gratuite, intimidazioni, calci scorretti, espulsi a iosa, ammoniti a flotte, spirito lontano mille miglia da quello che un Memorial dovrebbe essere. I dettagli sono insignificanti. Le responsabilità? Di tutti, anche mie se vuoi, che malgrado tutto ho continuato a credere in una “rinascita” dei sentimenti e della parte migliore di molti adepti ed attori del tuo torneo. Una cosa sola, su tutte, mi preme dirti: anche se non ci sarò né domani né per i prossimi anni allo stadio del sole, il tuo nome e la tua memoria per me sono sacri e lo continueranno ad essere malgrado tutto e tutti. Questa è una certezza che ho. Questo tu lo sai. Pensavo e credevo che si potessero vedere scene più edificanti al campo sportivo. Pensavo e credevo che quest’anno le cose sarebbero andate diversamente. Ma mi sbagliavo. Di grosso!
Me ne dà conferma oggi pomeriggio un “guru” di questo torneo, che bussa alla mia porta, verso le cinque di un pomeriggio calmo e meditativo che stavo vivendo. Aveva in mano una letterina da inserire su questo blog. Mi guarda negli occhi e senza dire altro mi chiede: Lucio li hai cinque minuti per me? Certo Francesco, entra pure, ti offro un bel caffé, di quelli con la crema. Non so né come né perché ma mi sentivo che sarebbe venuto a casa mia, che avrebbe bussato alla mia porta. Lo pensavo, lo intuivo, lo presentivo. E sapevo anche quello che mi avrebbe detto. Io lo conosco bene Francesco, o meglio sto imparando a conoscerlo pian pianino; abitiamo sullo stesso pianerottolo da sei anni, ma mai, come in questi ultimi mesi siamo stati così vicini. Si sà che la vicinanza fisica, può nascondere e spesso non significa vicinanza interiore. “Così lontano, cosi vicino”….titolava un film di un grande del cinema internazionale, guarda caso  anch’egli affascinato e rapito dalla nostra terra: Wim Wenders. Mai come oggi la nostra vicinanza è stata grande. Mai come oggi ho condiviso la sintesi che questo ragazzo sensibile e disponibile ha tracciato in queste poche righe che mi ha lasciato. Sto parlando di Francesco Cortese, alias “Afferma”, e della sua lettera aperta che pubblico integralemente a seguire. Ciao Lello, credo che il tuo nome meriti altro rispetto. Io tolgo il disturbo, me ne starò in silenzio per altri anni, ma verrò a pregare sulla tua tomba, con rispetto  e quando nessuno mi può vedere, come sempre ho fatto. Buon anno amico mio bello.

Francesco Cortese Tropea.jpgLettera aperta a tutti i partecipanti al IV Memorial Lello Pontorieri
di Francesco Cortese*

Carissimi amici,
Nel ringraziarvi per la vostra straordinaria e numerosa partecipazione al 4° Memorial “Lello Pontorieri”, voglio esprimervi tutto il mio rammarico per certi comportamenti registrati da chi vi scrive avuti da alcuni di voi durante questa manifestazione.
Organizzare il Memorial dedicato all’amico Lello ha richiesto e richiede grande impegno, parecchi sacrifici e molte rinunce insieme a senso di responsabilità. Per quanto mi riguarda e solo per onorare al meglio la memoria di Lello l’ho sempre fatto, anche in questa edizione, con grande piacere ed affetto. Sentimenti questi che provavo per l’amico Lello quando era in vita e che tutt’ora provo per quel generoso ragazzo, difficile da  dimenticare. Ogni incontro, ogni partita, significa per me ricordarlo, rincontrarlo, risentirlo. La manifestazione che porta il suo nome doveva e dovrebbe servire ad aggregare, ad unire maggiormente tutti noi, che in una partita di calcio dovremmo ritrovarci di più, senza mai arrivare allo scontro verbale e fisico. Il gioco duro ci può stare così come l’errore arbitrale, sia esso fatto dall’arbitro o dai guardalinee di turno. Gridare invece al  complotto o insinuare la mala fede arbitrale, è qualcosa di grave, di irrispetoso di quei sacrifici, della dignità di chi ha organizzato un torneo senza  nessun altro scopo che quello del divertimento e della memoria, di chi arbitra e di chi collabora per la sua buona riuscita.
Facendo mia una citazione ed una frase della famiglia Pontorieri “NE’ VINTI, NE’ VINCITORI” ribadisco insieme a loro che alla fine in queste cose, in questi momenti, in questo torneo, non vince e non perde nessuno. Vincono  coloro i quali rispettano le regole della civile convivenza, del sano divertimento, e, non ultime, quelle sintetizzate dal Regolamento del torneo. Perdono tutti coloro i quali, in virtù di una presunta superiorità o di un malinteso senso del rispetto delle regole, pensano e credono che un atteggiamento collaborativo, una disponibilità a tutto campo del cuore e della ragione, possa essere un segno di debolezza e di mancanza di “attributi”. Così non è e mai lo sarà! E’ la memoria di Lello la posta in palio, non altro. Questo non è stato compreso, questo significa la parola MEMORIAL!
Avevo provato a dirvi durante gli incontri preliminari all’organizzazione del torneo ed ho provato a dirvelo con tutti i mezzi a mia disposizione durante le partite e durante gli arbitraggi delle stesse, confidando nella potenzialità dell’esortazione, della persuasione e mai con arroganza e prepotenza, che era necessario voltare pagina; che era indispensabile rivalutare la competizione calcistica per intenderla diversamente. Vi avevo chiesto, a volte anche pregato, di non usare la parola “grazie” quando si vince e di gridare invece al complotto o peggio al “biscotto” quando si perde. Non c’era e mai c’è stato nessun complotto a favore o a sfavore di nessuna squadra, di nessun giocatore. Solo una grandissima voglia di fare calcio, sport questo PREFERITO DAL CARO ED AMATO LELLO.
Un grazie di cuore lo voglio comunque indirizzare alla famiglia Pontorieri che mi è stata sempre vicina e non hai perso un’occasione per  dimostrami stima ed affetto, sentimenti questi reciprocamente vissuti dal sottoscritto.
Avrei voluto dirvi “arrivederci al prossimo anno”, ma sin d’ora, come credo giusto che sia, sento il dovere di comunicare a tutti la mia decisione di NON ARBITRARE MAI PIU’ ALCUNA PARTITA FUTURA E DI NON FAR PARTE MAI PIU’ DI NESSUN COMITATO ORGANIZZATORE.
Colgo l’occasione, infine, per ringraziare tutti coloro che hanno collaborato con me in questi quattro anni, che unitamente alla famiglia Pontorieri, mi sono stati vicini supportandomi e spesso sopportandomi. Credo sia giusto che persone sicuramente più capaci e più competenti di me, si facciano avanti per organizzare il V° Memorial. Invito i più giovani a non piegarsi mai alla mentalità del più forte, dell’astuzia, della cattiveria, della prepotenza, ma di vivere per primi voi stessi una massima che mi sento di trasmettervi a chiare lettere: la differenza nella vita e nello sport la fanno la voglia del rispetto delle regole, la generosità e la competizione leale. Virtù queste praticate dall’amico Lello che non ne faceva un dramma per una partita persa. Nessuna partita può essere vinta a tutti i costi ed il campo sportivo è una grande metafora di questa verità insieme a questo meraviglioso sport chiamato calcio.
Auguri a tutti per un sereno e felice 2010.
Francesco Cortese

* Responsabile arbitri e giudice sportivo del IV memorial “Lello Pontorieri”.

Share via email

Buon Natale a Lello e a tutti gli uomini di buona volontà

Share via email

Oggi è la vigilia di Natale, ieri era il ventitré Dicembre, l’antivigilia, ed io, amico mio caro,  ero allo stadio per gustarmi la partita fra Real Gesuiti e Europcar, la decima del cartellone di questo quarto memorial a te dedicato, se non erro. La giornata è stata bellissima…sembrava di essere tornati indietro di sette mesi, sembrava primavera alle latitudini terrestri della Tropea prenatalizia. Il cielo era di un azzurro accecante, ventidue gradi di temperatura, il vento era latitante. Spettacolo puro del divertimento atmosferico. Lassù, dove tu sei, di sicuro questo tempo è di casa. C’è sempre…così io immagino che sia. Cielo azzurro e aria rarefatta. Gli angioletti, tu fra essi, che girano intorno alle foschie rosa generate dall’alito del grande Padre e dai respiri dei suoi santi. Devo dire Buon Natale a tutti caro Lello ed è difficile. Sono due parole in fondo, ma sono difficili da tirare fuori con sentimento e con verità. Tu mi conosci bene e sai cosa per me sono le parole e i sentimenti. Sai anche che il Natale per me e i giorni che lo precedono, mi creano una particolare situazione dell’anima….questi giorni mi fanno ammutolire, tacere, meditare, contemplare. Scrivere diviene difficilissimo in questi momenti. Non te la prendere se non allego il cartellino della partita e se sono breve nello scriverti questa letterina. Ieri non avevo voglia di annotare niente sul tacquino. Solo in quello del cuore.  Meno male che la camera digitale, grande amica in questi momenti funzionava bene. Serve a surrogare felicemente la noia dell’annotazione ad inchiostro. E’ finita 2-1 per il Real Gesuiti, questo lo ricordo, per il resto lascio alle immagini e alle canzoni presenti nel video il compito di dirti buon Natale amico mio e di dirlo a tutti gli uomini di buona volontà amici tuoi compresi. Come sempre e per sempre semplicemente a modo mio.

VEDI ANCHE

LINK CORRELATO CON TUTTI I VIDEO E LE LETTERE A LELLO

Share via email

Bar Shrek – Tachipirina: la nona giornata del IV Memorial “Lello Pontorieri”

Share via email

Eccomi qua, di nuovo per completare il quadro delle partite disputate in mia assenza. La nona del tuo torneo se la giocavano le squadre di Tachipirina e Bar Shrek. Non potevo non darti questa notizia prima di domani caro Lello. Mi avresti rimproverato e non me la sentivo. Ho recuperato il tabellino e qualche sommaria notizia. La inserisco di seguito rimandando a domani sera, gli appassionati e gli amici che seguono questo blog, per il dettaglio della prossima gara che si disputa oggi, Sabato 18 Dicembre alle 14,30, sempre allo stadio del sole di Tropea. Si incontrano Stella del Sud – La lupa. Prima che vada a dormire ti devo dire una cosa importante. Il tuo sito si è abbellito assai per questo Natale. Josè Blasa ti ha messo un babbo natale sulla tua foto, tua sorella ha scritto una cosa molto bella, citando Madre Teresa di Calcutta, che io adoro. I tuoi genitori hanno scritto parole e frasi commoventi. Lello, credo che ci siamo davvero. Stiamo arrivando a Natale del tuo IV Memorial e gli effetti cominciano a vedersi. Io sono felicissimo e quasi piango…anzi lo faccio sul serio…non mi sono mai vergognato e tu ne sai qualcosa…Ti apro un banner con la tua foto, dove si possono trovare tutti gli incontri, i tabellini e anche la classifica di questo IV memorial. Ho imparato finalemente come si fa. Così lo lasciamo per i prossimi anni. Aiutami a non sbagliare che mi viene difficile.

Bar Shrek

Tachipirina

Addolorato Gaetano

Apriceno Salvatore

Marchese Agostino

Scordo Agostino

Barone Dario

Scordo Faustino

Casentino Francesco

Fiumara Alberto

Casentino Carmelo

Cortese Antonio

Lorenzo Salvatore

Stella Alessandro

Pedazzo Domenico

Pugliese Michele

Crai Antonio

Arena Marco

Broso Francesco

La Torre Francesco (ciccio i rocca)

Caporale Domenico

La Torre Francesco

Srumpo Nicola

Caero Ivan Marco

Sostituzioni

Sostituzioni

Non pervenute

Non pervenute

 

 

 

 

Risultato finale: 11-2

Arbitro: Addolorato Pasqualino

Ammoniti: Non pervenuti

Espulsi: nessuno

Marcatori Shrek: Stumpo Nicola (5 goals); Crai Antonio (2 goals); Lorenzo Salvatore (1 goal); Barone Dario (1 goal); Marchese Agostino (1 goal). Marcatori Tachipirina: La Torre Francesco 2 (2 goals).

Miglior giocatore in campo: presumo Stumpo Nicola

Cronaca: non ho visto la partita per cui la cronaca la lascio all’immaginazione di tutti. Il risultato dovrebbe parlar chiaro.

Share via email

Non ti ho dimenticato: ottava giornata del “Lello Pontorieri Memorial”

Share via email

Ciao Lello mio, sono stato nella nostra Roma in questo fine settimana. Ma non ti ho affatto dimenticato, anzi credo che non ti abbia mai pensato così tanto. Sono passato da sotto casa, quella tua sulla Tiburtina e quella mia, che non saprei definire per le numerose case che ho vissuto a Roma negli ultimi 28 anni. Ma diciamo pure quella ultima, di Via Fossacesia, dove tu ogni sera o quasi venivi a trovarmi. Ho fatto una cosa Sabato sera a Roma. Sono andato a cena con una mia e tua vecchia amica che ti ricorda con affetto e mi ha detto di salutarti. Sai dove eravamo? Al Baires…sì proprio lì dove ci mangiavamo le bisteccone di carne argentina, di cui tu eri ghiotto. Si trova sempre dietro al Senato della Repubblica, sulla via della chiesa dove fu ambientata parte della Tosca che a te piaceva assai. Alla mia amica gli ho detto che qui venivamo spesso. Che tu all’idea di queste bistecche non ci vedevi dagli occhi. L’ho convinta così caro Lello. Voleva mangiarsi la pizza e a me invece andava di rivedere quel ristorante. Insomma, amico mio bello, mi sono abbuffato e subito dopo mi sono preso un caffé triplo per ammortizzare il vino rosso che avevo bevuto. Tu sai dove sono andato…..quale caffé mi sono preso….ti vedo ancora con il cucchiaino  che raccogli il cremino finale dell’espresso più buono di Roma, in quel Sant’Eustachio bar dalle mille risate. Sabato e Domenica non mancherò dal campo sportivo nemmeno un secondo. Il torneo va avanti con assoluto divertimento e gli incontri di sabato e domenica sono stati disputati all’insegna del divertimento più assoluto. Così almeno mi hanno detto. Non ci sono i video, ma spero di poterli produrre “violentando” i profili di alcuni amici di Facebook. Adesso solo i cartellini e la cronaca dell’ottava partita, quella disputata fra Europcar e Longobarda.

EUROPCAR

LONGOBARDA

Grillo Alessio

Vita Ivan

Nazionale Fabrizio

Lorenzo Massimo

Nardone Salvatore

Callisto Saverio

Russo Giuseppe

De Vita Nicola

Monteleone Nicola

Saturno Salvatore

Iannello Raffaele

Blasa Josè

Albanese Rocco

Callisto Davide

Oppedisano Michele

Apa Carmelo

Schiariti Natalino

Adilardi Pasquale

Ferro Roberto

Lorenzo Domenico

Lo Cane Franco

Ruffa Francesco

Sostituzioni

Sostituzioni

Non pervenute

Apa Carmelo (Muscia Nunzio)


Adilardi Pasquale (Biagio Vinci)


Muscia Nunzio (Giuseppe Caia)


Lorenzo Domenico (Saturno Gerardo)

Risultato finale: 5-8

Arbitro: Geranio Pasquale

Ammoniti: Non pervenuti

Marcatori Europcar: Oppedisano Michele (5 goals);  Marcatori Longobarda: Lorenzo Domenico ( 6 goals di cui 1 rig.); Ruffa Francesco (1 goal); Biagio Vinci (1 Goal).

Migliore in campo: Oppedisano Michele

 

Cronaca: Partita molto combattuta da entrambe le squadre, che per buona parte della stessa, hanno disputato pariteticamente l’incontro in assoluto equilibrio. La Longobarda da parte sua, è riuscita nel corso della partita a sfruttare meglio le occasioni da rete che si sono presentate, rispetto alla squadra avversaria. Per la cronaca, il risultato è sbloccato al 10′ con un goal di Lorenzo che apre la strada alla Longobarda verso la vittoria finale. Malgrado la rincorsa da parte di Europcar che ad un certo punto della partita è riuscita a pareggiare i conti, sul 3 a 3, la Longobarda imprime l’accelerazione necessaria per chiudere la partita con tre goals di scarto, complice un rigore procurato da Ruffa e realizzato da Lorenzo.

Post correlati

Lettera a Lello

La prima giornata del torneo

Una domenica tutta per te

Buon compleanno Lello

Lucignolo – Europcar

Share via email

L’Immacolata al Memorial “Lello Pontorieri” di Tropea: Tachipirina – La Lupa

Share via email

Ciao Lello, oggi scriverò solo poche righe: sono in ritardo con una serie di cose e arranco molto con i tempi. Non te ne dolere amico mio, compenserò nei prossimi giorni. Ieri ho visto la partita delle due squadre con estremo ritardo. Sono arrivato al campo solo alle 15,10, per cui non posso offrire una cronaca precisa dell’evento, così come non posso inserire molte immagini nel video. E’ finita in goleada per Tachipirina, quindi credo ci sia poco da commentare dal punto di vista della cronaca della partita. Un commento invece mi sento di farlo sulla cronaca del post-partita. Ieri, ho incontrato il capitano della squadra della Lupa all’uscita del campo. Tu lo conosci bene, come me d’altronde. Siete stati anche camerieri insieme un’estate…se non ricordo male. Fabio, era sorridente dopo un’espulsione per doppia ammonizione. Ed era anche sereno dopo aver preso na carrettata i goals. Mi ha detto col sorriso sulle labra e con molta autoironia: “a lu, sono belle le cose che scrivi sul tuo blog, mi vedo sempre tutti i video del torneo”….”peccato che non possa giocare la prossima partita…mi sarebbe piaciuto..ma così è..va bene lo stesso”…Con altrettanta autoironia all’affermazione scherzosa che ieri mattina Peppe gli ha posto “Fabio oggi ne prendete altri tre…goals”, lui ha risposto: “ci mentarrea a firma pi sulu tri goal“…la traduzione chedo non serva. Ecco Lello, ieri sono tornato sereno dal campo sportivo. Lo spirito di Fabio mi ha tranquillizzato. Questo è lo spirito giusto per il torneo. Ti lascio con questa battuta che credo ti farà sorridere. Di seguito il breve video di oggi, il tabellino e le squalifiche del giudice sportivo.

La Lupa

Tachipirina

Piccolo Domenico

Apriceno Salvatore

Forelli Carmine

Scordo Agostino

Fazzari Salvatore

Scordo Faustino

Cortese Davide

Fiumara Alberto

Pugliese Massimo

Cortese Antonio

Trecate Salvatore

Stella Alessandro

Russo Pasquale

Pugliese Michele

Lorenzo Albino

Arena Marco

Calamita Antonio

La Torre Francesco (ciccio i rocca)

Lorenzo Fabio

La Torre Francesco

Saturno Danilo

Caero Ivan Marco

Sostituzioni

Sostituzioni

Non pervenute

Non pervenute

 

 

 

 

Risultato finale: 1-12

Arbitro: Addolorato Pasqualino

Ammoniti: Cortese Antonio;

Espulsi: Lorenzo Fabio e Saturno Danilo (doppia ammonizione)

Marcatori: Marco Arena (7 goals); Accorinti Federico (4 Goals); Stella Alessandro (1 Goal); Lorenzo Fabio (1 Goal)

Miglior giocatore in campo: Marco Arena

Cronaca: Nulla da fare per la seconda volta consecutiva per l’esordiente squadra de “La Lupa. Oggi però la squadra ci è sembrata messa meglio in campo con qualche piacevole rinforzo rispetto alla prima gara, anche se il risultato è inclemente. Poco da dire riguardo alla partita, dominata dall’inizio alla fine dalla squadra di Tachipirina, salvo qualche spunto di buon gioco da parte de “La Lupa”.

 

Decisioni giudice Sportivo e squalifiche

Oggi, l’equipe arbitrale, guidata da Francesco Cortese ha deliberato le seguenti squalifiche:

 

1)       Il Grande Salvatore, espulso dal torneo per frasi ingiuriose e pesanti minacce ai danni dell’arbitro

2)       Saturno Francesco, 2 giornate di squalifica per gioco violento.

3)       Certo Tonino, 2 giornate di squalifica per ingresso in campo e minacce all’avversario a gioco fermo.

4)       Contartese Roberto, 2 giornate di squalifica

5)       Forelli Salvatore, 1 giornata di squalifica per offese alla terna arbitrale.

6)       De Luca Davide, 1 giornata di squalifica per gioco scorretto.

7)       Saturno Danilo, 1 giornata di squalifica per gioco scorretto

8)       Lorenzo Fabio, 1 giornata di squalifica per doppia ammonizione

9)       Accorinti Federico 1 giornata di squalifica per gioco scorretto

10)    Calamita Paolo 1 giornata di squalifica per doppia ammonizione

11)    Scidà Vincenzo (dirigente squadra Bar Screk) 2 giornate per offese e minacce alla terna arbitrale.

Post correlati

Lettera a Lello

La prima giornata del torneo

Una domenica tutta per te

Buon compleanno Lello

Lucignolo – Europcar

Share via email

L’emozione della memoria: sesta giornata del 4° Memorial “Lello Pontorieri”

Share via email

Eccoci di nuovo al campo sportivo. Oggi è Domenica e dopo la partita di ieri che mi aveva lasciato l’amaro in bocca per i comportamenti di alcuni giocatori, ho meditato molto, caro Lello,  prima di prendere la decisione di ritornare al campo sportivo per questo sesto incontro che il cartellone del tuo memorial oggi propone: Lucignolo – Real Gesuiti. Alla fine però ho fatto vincere il desiderio. Allo stadio sono venuto. Ma prima, mi son detto, passo sotto casa di Lello; oggi ti vengo a svegliare…non si sa mai che ancora sei a letto alle 14,00. Rischi non ne voglio correre….Poi, per ulteriore precauzione mi voglio fermare da San Francesco per una preghiera veloce; faccio la strada del Carmine quindi, preceduta da quella di via degli Orti. La chiesa di San Francesco è sopra lo stadio comunale..e se lui veglia allora oggi al campo andrà tutto bene. Così è stato Lello. San Francesco ha vegliato e a parte un piccolo episodio di nervosismo, subito rientrato per la verità ed una buona occasione per dimostrare fair-play durante un goal viziato, oggi le cose sono tornate ad essere belle. La partita è stata intensa e combattuta, con grande agonismo ma senza nessuna scorrettezza da parte di tutti. Come per le prime giornate, ad eccezione di quella di ieri. Una fermata sotto il ponte della grazia l’ho fatta…avevo qualche minuto in più oggi e poi come non filmare i due ciucciarei che tanto piacciono ai bambini…erano in mezzo alla strada e hanno catturato la mia attenzione. Portano bene i ciucci sai Lello….me l’ha detto un contadino di Drapia, tanto tempo fa….una coincidenza…chissà…

Ho fatto tante foto oggi, la giornata lo permetteva…era più dolce di ieri. Ho ripreso anche alcuni “attori” di questo torneo. Un primo piano ad Antonello non potevo non riservarglielo. Anche a Gregorio…se lo meritano…Geo, poi, è sempre preciso e silenzioso…non si lamenta mai. C’era tua mamma oggi come sempre seduta in tribuna…col tuo cocker bellissimo che di solito si porta dietro Franco. Una foto sono riuscito a fargliela così te le gusti. A lei gli dedichiamo questo video che ho voluto arricchire di due canzoni del mio solito Renato. Fra l’una e l’altra 2 minuti di silenzio…non chiudere il video se non senti la musica, mi raccomando. Non so se è un caso, ma oggi questo video faceva le bizze….un po’ come i ciucci quando non vogliono bere…sarà questo anche un caso? sarà….ma i ciucci c’erano ed io alla fine l’ho lasciato così…con questo silenzio, riempito dalle sole immagini del campo.  Li dedichiamo a tutti i bambini del mondo che per Natale non ci saranno….per fame e per malattie…li dedichiamo a tutti quelli che aspettano da anni organi per salvarsi la vita…sì Lello…dovremmo fare di più per queste persone…mi piacerebbe pensare che il prossimo anno, il tuo torneo possa divenire qualcosa di più importante su questo piano.. ..dove si possano raccogliere fondi e sensibilizzare le coscienze alla donazione….non so..io la butto così ….chissà sel l’AIDO sponsorizzerebbe il tuo torneo del 2010. Dovremmo tentare che dici? Ma ne riparleremo più avanti..intanto godiamoci il video. Il tabellino subito dopo premendo continua.

REAL GESUITI

LUCIGNOLO

Addolorato Franco

La Torre Domenico

Ciccarelli Ottorino

Mazzitelli Domenico

Il Grande Salvatore

Botticelli Mario

Scordamaglia Nazzareno

Marchese Carmelino

Crisafio Salvatore

Contartese Domenico

Compagnino Paolo

Mannacio Piero

Addolorato Andrea

D’Aloi Antonio

Teramo Antonio

Caprera Giuseppe

Surace Lucio

La Torre Fabio

Trecate Massimo

La Rosa Francesco

Euticchio Raffaele

Mamone Alessandro

Sostituzioni

Sostituzioni

Crisafio S. (Contartese Roberto)

La Rosa F. (Molina Francesco)

Compagnino P. (La Rosa Giuseppe)

La Torre F. (Faraone Alfonso)

Scordia D. (Shiariti N.)


 

 

Risultato finale: 1- 2

Arbitro: Geranio

Ammoniti: Bottigelli Mario, Addolorato Andrea; Teramo Antonio;

Marcatori Lucignolo: Caprera Giuseppe; Bottigelli Mario; Marcatori Real Gesuiti: Euticchio Raffaele.

Migliore campo: Contartese Domenico

Cronaca: La partita di oggi è stata caratterizzata da una sostanziale parità delle squadre, che hanno espresso apprezzabilissime fasi di gioco e spunti di bel calcio. Ambedue le compagini si sono dimostrate ben preparate atleticamente e ben messe in campo. Difficile per il cronista decidere quale squadra ha giocato meglio. Il primo tempo vede il Real Gesuiti più concreto in fase d’attacco alla ricerca del goal, che però non arriva. Il Lucignolo, ha beneficiato di una disattenzione del guardalinee, che non accorgendosi che la palla era abbondantemente uscita fuori dal campo, permette la prosecuzione del gioco dalla quale matura la rete del vantaggio di Lucignolo siglata da Mario Bottigelli. Pochi minuti dopo, con una bella azione Lucignolo raddoppia. La rete al 40° è di Giuseppe Caprera. Si va al riposo quindi sul 2-0. La ripresa è stata caratterizzata dall’inseguimento del Real Gesuiti che con determinazione e grinta entra in campo con un solo obiettivo: pareggiare i conti. L’attacco condotto alla porta del Lucignolo è continuo e determinato e porta i  suoi risultati al 64° minuto con una bellissima rete di Raffaele Euticchio che strappa gli applausi del pubblico e dei suoi stessi compagni di squadra. Importanti e provvidenziali parate di La Torre, insieme a molta sfortuna, non consentono al Real Gesuiti il meritato pareggio. Bella partita indubbiamente!

Share via email

Si gioca per Lello, non dimentichiamolo. Bar Shrek – Stella del sud: un sabato nervoso e stupido.

Share via email

Ciao Lello, oggi sono incazzato nero e non volevo scriverti niente. Volevo starmene in silenzio, pregare. Solo questo l’istinto mi suggerisce. Tu  sai il perché da lassù. Al campo sportivo, oggi, non ho visto le belle cose che stavamo vedendo insieme. Non ho visto la serenità e la voglia di giocare al pallone dei giorni scorsi. Si sono rivisti nervosismi fuori luogo, scorrettezze assolute, mancanza di senso del rispetto per te. Non da parte di tutti ovviamente, solo di alcuni cretini ….come sempre accade, nella vita come nel calcio metafora della stessa, alcuni cretini rischiano di rovinare il lavoro e lo spirito di questo torneo. Ed è per loro, che ho deciso di scriverti anche oggi, malgrado la mente e le mani mi dettavano il silenzio. Ed è a loro che mi rivolgo per ribadire un concetto semplice e diretto: SE NON ACCETTATE DI GIOCARE PER DIVERTIRVI E PER LELLO PONTORIERI ALLORA STATEVENE A CASA! QUI ALLO STADIO C’E’ POSTO SOLO PER COLORO CHE VOGLIONO PASSARE 2 ORE DIVERTENDOSI IN MEMORIA DI LELLO. La posta in palio non è la coppa dei campioni. Non ci sono trofei particolari da aggiudicarsi. Il torneo non lo vince chi arriva primo in classifica, ma le squadre e i giocatori che gareggiano per generare divertimento, per onorare la memoria di questo ragazzo formidabile. Il torneo lo vince chi si distingue per correttezza, generosa partecipazione, entusiasmo, rispetto delle regole e voglia di vivere. Si proprio così. Dimostriamo di saper vivere, il palcoscenico del campo sportivo e questo memorial a questo servono alla fine dei conti. Non ad altro credetemi. Ecco Lello mio, adesso mi sento meglio. Tu lo sai che non riesco mai a tenermi dentro i rospi. Ma adesso ti dico anche le cose belle che pur ci sono state in campo. Quella che su tutti mi è piaciuta è la grande personalità del direttore di gara, dell’arbitro Cortese, che bonariamente noi chiamiamo Afferma. Si proprio lui, Francesco, il migliore in campo oggi. Ha le palle questo ragazzo caro Lello. Personalità da vendere, generosità assoluta nel dare la sua disponibilità affinché questo torneo possa svolgersi nel segno del rispetto reciproco. Non pretende nulla in cambio, solo il rispetto delle regole di gioco. Oggi è lui il vincitore di questa partita. Non ho dubbio alcuno. Ha fatto capire a tutti, con tempestività e forza per cosa si gioca qui alla marina di Tropea. 3 espulsi e 4 ammoniti. Questo il bilancio in soldoni del nervosismo di oggi. Ci tiene assai a questo torneo. Si prodiga ogni anno per permettere a tutti di passare 1 mese di divertimento. Stila i calendari, appronta il regolamento, recluta alcuni arbitri. Credo ti voglia bene assai, senza dirlo ad alta voce, ma per uno come me che fa parlare i fatti, questo significa il suo atteggiamento. Poi, ieri, dopo la partita, l’arbitro dalla forza e dalla personalità assoluta, si è giocato una piccola partita con la paura, quella vera, forte, quella che paralizza e può addirittura farti morire. Anche lì è uscito bene….ma questa è un’altra storia che tu saprai di certo. Oggi torno allo stadio, ma giuro che non scriverò più una riga, non un fotogramma se a qualcuno e parlo dei giocatori per primi, queste cose non arrivano dirette e sortiscano l’effetto auspicato. State giocando per Lello Pontorieri CAPITO? Non lo dimenticate! La cronaca di seguito premendo continua.

STELLA DEL SUD

BAR SHREK

Condò Giuseppe

Pata Francesco

Sicari Carmine

Caporale Domenico

De Vita Francesco

Cosentino Carmelo

Muscia Nunzio

Cosentino Francesco

Zaccaro Emanuele

Crai Antonio

Tavella Domenico

De Luca Davide

Calamita Paolo

Forelli Salvatore

Saturno Marco

Pedazzo Domenico

Godano Carmine

Lorenzo Salvatore

Gallipoli Teo

Marchese Agostino

Marchese Domenico

Srumpo Nicola

Sostituzioni

Sostituzioni

Scicari C. (Gabriele Crisafio)

Pedazzo D. (Barone Dario)

Gallipoli Teo (Saturno Francesco)

Crai A. (Centro Piergiorgio)


Forelli Salvatore (Brusio Francesco)


 

Risultato finale: 4-2

Arbitro: Cortese Francesco

Ammoniti: Lorenzo S., Forelli S., Cosentino F.sco, Sicari C., Zaccaro E.,

Espulsi: De Luca Davide; Saturno Francesco (espulsione diretta); Calamita Paolo (doppia ammonizione)

Marcatori Stella del Sud:  Marchese Domenico (3 Goals); Calamita Paolo (1 Goal); Marcatori Bar Shrek: Nicola Stampo (2 Goals)

Miglior giocatore in campo: Marchese Domenico

 

Cronaca: Sostanziale supremazia di gioco per gran parte del primo tempo  da parte della Stella del Sud, che riesce ad imporre il suo gioco a ritmi serrati. Buona la fase difesiva del Bar Shrek per i primi 20 minuti, ma nulla possono di fronte ai continui attacchi della compagine di Castagna, che passa al 22 con Marchese. Il raddoppio è nell’aria e lo sigla lo stesso Marchese al 35° minuto. Il primo tempo di chiude sul 2-0 per la Stella del Sud. La ripresa vede la squadra del bar Sherk rialzare il capo ed imporsi con notevole forza reattiva, pareggiando i conti con una doppietta di Stampo. Sul 2-2 le squadre sembrano ritrovare i loro equilibri, ma la Stella del Sud ha voglia di vincere questa partita e si vede. Trova le forze per reagire ai primi 25 minuti della ripresa in cui lo Shrek si è imposto e perviene al vantaggio con un goal di Calamita che l’arbitro giudica in rete, fra le proteste e i successivi nervosismi degli avversari che ritenevano il pallone non insaccato. Finale all’attacco da parte dello Shrek per tentare il pareggio, ma viene beffato da un contropiede bruciante che manda in rete nuovamente Marchese, per una tripletta che lo segnala come miglior giocatore in campo.

Post correlati

Lettera a Lello

La prima giornata del torneo

Una domenica tutta per te

Buon compleanno Lello

Lucignolo – Europcar

Share via email

Lucignolo ed Europcar per una domenica in memoria di Lello Pontorieri.

Share via email

Un’altra domenica all’insegna del tuo ricordo. Oggi giocavano due squadre ben organizzate e forti: Lucignolo di Tropea ed Europcar di Santa Domenica di Ricadi. Comincia a prendere il largo il tuo torneo caro Lello. Molta gente ieri sugli spalti, molte persone anche da altri paesi sono venuti per vedere la partita. Molti giovani, molti bambini, molte famiglie caro amico mio, anche belle ragazze. Te le sei guradate vero? Una bella risatina sono sicuro che ti è scappata. E’ voluto venire anche Rocco allo stadio. Non è voluto restare a casa…chiedeva di Lello e del papà che era a mare. Ti inserisco una sua foto così te lo guardi. Sono sicuro che te lo saresti mangiato di baci….te lo affido Lello, aiutami a crescerlo bene, guardalo e proteggilo da lassù…mi raccomando. C’è stato un grande fair play in campo, molta educazione, elevata professionalità. La maturità e l’atteggiamento generale di tutti sono veramente da sottolineare. C’era massimo u Patato, con il vestito della domenica…lo sai Lello che grida sempre….sfotte a tutti…persino a me…mi ha chiamato Libertino…”Mi pari a libertinu…cu sta machina fotografica”…mi ha detto prima della partita..ed io gli ho fatto una bella foto…fatti due risate anche tu…troppo forte il suo schernire gli altri..ma appena gioecherà lui ci “vendicheremo”…a nostro modo…magari con un bel “Rioooo”….di quelli scroscianti e forti. Bella partita insomma. Con oggi finisce il primo ciclo di partite del torneo. Hanno giocato tutte le 8 squadre. Si riprenderà Sabato prossimo sempre alle 14,30. Un’ultima richiesta Lello…..non ti allontanare mai dal campo sportivo….cerca di non dormire per quell’ora e di vegliare su tutti noi. Buona settimana nel cielo e salutaci tutti gli angeli che incontri. Tabellino e cronaca premendo su continua dopo del video.

EUROPCAR

LUCIGNOLO

Petracca Domenico

La Torre Domenico

Scordia Domenico

Mazzitelli Domenico

Ferro Roberto

Botticelli Mario

Russo Giuseppe

La Torre Giuseppe

Monteleone Nicola

Contartese Domenico

Nazionale Fabrizio

Mannacio Piero

Rombolà Francesco

Santacroce Gianmarco

Oppedisano Michele

Caprera Giuseppe

Loiacono Aldo

Monteverdi Umberto

Albanese Rocco

Molina Francesco

Locane Francesco

Mamone Alessandro

Sostituzioni

Sostituzioni

Locane F. (Paura Francesco)

Contartese D (Aloi Antonino)

Rombolà F. (Iannello Raffaele)

Molina Francesco (Godano Angelo)

Scordia D. (Shiariti N.)

Mamone A. (La Rosa Francesco)

Albanese R. (Pisano Vincenzo)


Risultato finale: 2-8

Arbitro: Geranio

Ammoniti: Mazzitelli Domenico; Monteleone Nicola.

Marcatori Lucignolo: Caprera Giuseppe 10′, 40′, 70′, 72 (4goals); La Rosa Francesco 75′, 80′ (2 goals); Molina 15′ (rig.); Santacroce 61′; Marcatori Europcar: Oppedisano 50′; Loiacono A. 78′;

Miglior giocatore in campo: Caprera Giuseppe

 

Cronaca: Forte e compatta in tutti i reparti la squadra del Lucignolo, ha imposto il suo ritmo sin dalle prime battute di gioco. Ben organizzata anche la squadra avversaria dell’Euopcar, in cui spiccano 4 individualità di assoluto valore, ma segnata da alcuni deficit nel reparto difensivo. Sostanzialmente equilibrata la partita per i primo 10 minuti di gioco, fino a quando il goal di Caprera per la squadra del Lucignolo sblocca la situazione e consente di rompere il ghiaccio. Il raddoppio è nell’aria e viene siglato su rigore al 15′ minuto da Molina. Il primo tempo si svolge con la squadra della nota pizzeria di Largo Galluppi, che propone diverse azioni sulle fasce laterali, (si segnala per velocità e bravura il fluidificante sinistro Mario Bottigelli) e che impone il suo ritmo. Il primo tempo si chiude sul risultato di 3-0 con la personale doppietta di Caprera al 40′ minuto. La ripresa del gioco vede alcuni cambi ed il tentativo di rimescolare le carte da parte della squadra di Santa Domenica di Ricadi. Niente da fare. Troppo ben messa in campo e sicuramente di altra categoria Lucignolo. Bella partita complessivamente e assoluto fair play in campo. Finisce 8 a 2 per Lucignolo.

Post correlati

Lettera a Lello

La prima giornata del torneo

Una domenica tutta per te

Buon compleanno Lello

Share via email

Una Domenica tutta per te: Ciao Lello!

Share via email

Lello.jpgUna Domenica tutta per te, caro Lello. Come avevo previsto. Dopo la giornata di ieri, le squadre in campo si sono comportate bene, il pubblico è stato presente ed attento, si respirava un atmosfera profonda e rievocativa in questo stadio dai 1000 ricordi. Il Segno è chiaro, tangibile, inequivocabile: tu in questo campo c’eri. Impossibile pensare il contrario. Troppa gioia, troppo divertimento, troppi cuori preparati a carpire il senso di questo memorial. Ci siamo quasi, caro Lello, un miracolo forse…non saprei. Sò di certo, come io ho sempre desiderato e come questo torneo dev’essere, che forse, messi da parte i fantasmi che generano odio e sofferenze, possa venir fuori solo una cosa: la tua grande  presenza. Essa sola conta per me, essa sola ha un senso, il resto conta poco. Grazie ragazzi per questa domenica, di vero cuore! Questi giorni  saranno un momento per dimostrare a tutta la città, oltre che a te, che la civiltà e la fratellaznza possono esserci, solo se lo si vuole. Anche in questa città che a tutti si concede, pettegola, prostituta e dolcissima allo stesso tempo, buttana direbbero in Sicilia, che troppo spesso dimentica, troppe volte cade nella sindrome di Alzheimer.  Sono felice Lello, lo sai perche? Perché oggi, in questa domenica mesta e serena, dopo essermi commosso di fronte a tuo zio, che involontariamente e dietro alla rete divisoria del campo sportivo mi ha ricordato indirettamente un episodio che ci riguarda, mi son detto: guarda un po’ …vuoi vedere che quest’anno, questo torneo cambia faccia? Vuoi vedere che i tropeani sono capaci di tirar fuori il meglio? Vuoi vedere che in campo non si bestemmia, si gioca per il divertimento e per la voglia di ritrovarsi tutti insieme? Sono certo che sarà così, così come sono certo che tu c’eri, oggi più di ieri, oggi più di sempre, nel cuore e nella memoria di chi come me non riesce proprio a dimenticarti. Un segreto lo sveliamo a tutti..se lo meritano. Sapete che Lello, oltre alla Roma, a Venditti e alle belle donne, si commuoveva sentendo una canzone di Baglioni? Sempre a Roma eravamo…sempre un romano è quello che canta…io quella canzone l’ho trovata stasera in questa rete che a volte mi fa impazzire e la allego al video che vedremo. Con una promessa: non dite a nessuno che Lello era un romanticone che quando andavamo sul Tevere, di pomeriggio, o anche sul Gianicolo, rimaneva incantato. O anche quando su qualche macchina o alla radio sentiva questa canzone, rimaneva come pietrificato, come di stucco.  Si girava dalla mia parte e mi diceva…niente..proprio niente, mi guardava come un bambino e diceva tutto!  Arrivederci a Sabato prossimo con la prossima partita in tabellone. Adesso gustatevi il video e subito dopo la cronaca della partita, cliccando continua. Buona settimana a tutti.

Share via email

TORNEO NATALIZIO DEDICATO A LELLO PONTORIERI IV EDIZIONE: LA PRIMA GIORNATA

Share via email

E’ iniziato il tanto atteso torneo di Natale dedicato a Lello Pontorieri, amico fraterno e ragazzo pieno di vita, scomparso tragicamente in un brutto incidente automobilistico. Siamo allo Stadio del Sole di Tropea. Il pomeriggio è di quelli sereni, con temperatura di 17° e dentro al cuore moltissima adrenalina e commozione. L’estate di San Martino, pur con qualche leggera frizione, continua a regalarci giornate miti qui a Tropea. L’edizione sul tacquino dei ricordi segna quattro, come gli anni che ci dividono temporalmente da quel momento. Si, cari amici, la IV edizione del Memorial è iniziata davvero alla grande. Molta gente, tantissimi amici, un fiume di emozioni. Coreografie e organizzazione eccellenti. Fuochi d’artificio all’apertura; campo e spalti addobbati in giallorosso. Un grande striscione in alto portava la scritta Lello vinci la tua partita; è quello che in un Messina – Roma del 2005, quando Lello lottava fra la vita e la morte, alcuni amici issarono nello stadio San Filippo di Messina mentre i tantissimi amici pregavano dietro quella vetrata della sala di rianimazione dell’ospedale di Messina, sperando che Lello avrebbe vinto la sua partita; un altro, quello solito, issato per la prima volta all’olimpico di Roma quattro anni fa durante quel primo Roma-Juve senza Lello, quello di cui tutti ricordano testo e colori, era di fronte alla tribuna centrale. Per il primo, che ha colpito sin dal mio ingresso la mia attenzione, posso dire senza temere smentite, che Lello la sua partita l’ha vinta già da tempo. Noi invece ancora no!  E’ finita 100 a zero per lui. La sua partita, quella vera, quella del “per sempre”, quella dell’amicizia, dell’affetto, dell’amore, della vera vita, la continua a giocare altrove: in altri campi, quelli senza linee e senza porte, quelli liberi dei cieli, con un compagno super, inarrivabile, insuperabile, invisibile ma presente, corroboante “intruso” tra gli uomini: sapete di chi sto parlando….

Quella di oggi invece se la giovavano le squadre della “Stella del sud” e di “Tachipirina”. E’ finita 6 a 1 per la Stella del Sud. Di seguito, dopo il video allegato, la cronaca della partita premendo continua.

Share via email