Tropea. Domani in piazza Ercole la celebrazione della giornata mondiale del diabete

Share via email

giornatamondialediabete.gifDomani, domenica 14 Novembre, la nostra città sarà una delle 500 sedi italiane che ospiterà le manifestazione legate alla Giornata Mondiale del Diabete.  Un evento la cui importanza non ha certo bisogno di essere sottolineata ove si consideri che il nome di Tropea si affiancherà anche ad una miriade di città, piccole e grandi, di altre nazioni del nostro pianeta.

L’appuntamento, il decimo della serie, si celebra sotto lo slogan ‘Corriamo più veloci del diabete’ con l’evidente intento di trasmettere l’importanza che viene ad assumere la prevenzione e l’educazione del diabete; tema che rimarrà alla base della manifestazione fino all’edizione del 2013 come richiesto dalla Federazione Internazionale del Diabete.

La “giornata” si svolge a Tropea anche per l’impegno di Giuseppe Crispino, noto medico endocrinologo e diabetologo, il quale ha sottolineato come sia importante per prevenire una delle malattie sociali, diciamo così planetarie, una dieta equilibrata e una regolare attività sportiva.

“Le linee guida internazionali e gli standard di cura italiani riconoscono nell’attività fisica – ha sottolineato Crispino -un ruolo cardine nella prevenzione e nella cura del diabete. Portare, tuttavia, le persone a svolgere regolarmente un’attività fisica tale da incidere positivamente sulla prevenzione della malattia è difficile”.

Un evento come quello di domani che risulta pertanto quanto mai opportuno per sensibilizzare la gente sui corretti stili di vita. La giornata del diabete è, infatti, la principale campagna mondiale per la prevenzione e diffusione delle informazioni sul diabete, istituita nel 1991 dall’International Diabetes Federation (IDF) e dalla World Health Organization (WHO).

In Italia è organizzata dal consorzio Diabete Italia assieme alle associazioni dei pazienti e con la partecipazione volontaria dei medici, infermieri e altri operatori sanitari.

Per la nostra provincia la manifestazione si terrà in piazza Ercole, dove ci sarà un’equipe coordinata dal dottor Crispino che interpellato ha ricordato come “il diabete mellito sia una delle patologie croniche più diffuse con circa 10 000 cittadini pazienti un decimo di quelli calabresi, mentre ben 300 milioni ne soffrono in tutte le nazioni del mondo”.

Crispino che annualmente si assume l’onere della organizzazione ha poi ringraziato il Comune di Tropea, le Associazioni Regionali e Nazionali di “Diabete Italia”, l’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia, la Croce rossa italiana provinciale e in particolare il gruppo di Tropea, i numerosi operatori sanitari volontari «senza i quali non avrei mai potuto organizzare tale evento».

Nel corso della giornata verrà praticata gratuitamente ai cittadini la misurazione della glicemia, della pressione arteriosa e, per ognuno, daremo una rapida valutazione del rischio cardiovascolare.

Contestualmente Crispino parlerà dei molteplici aspetti della malattia e farà distribuire materiale educativo ed informativo, poiché il vero scopo della manifestazione è quello di sensibilizzare ed informare l’opinione pubblica su una patologia seria, diffusa, in esponenziale crescita, potenzialmente molto pericolosa ma che può e deve essere prevenuta e curata modificando il proprio stile di vita e/o con l’ausilio di semplici interventi farmacologici.

In Italia, il diabete è la principale causa di dialisi, infarto e ictus, cecità e disturbi della vista, amputazioni non traumatiche degli arti inferiori.

Articolo di Domenico Mobilio tratto dal “Quotidiano della Calabria” di Sabato 13 Novembre 2010.

Share via email

2 pensieri su “Tropea. Domani in piazza Ercole la celebrazione della giornata mondiale del diabete

  1. Ci sono moltissimi alimenti, parlando di frutta e di verdura, che hanno quantità di antiossidanti molto elevate.

    Premetto che non vi è alcun intento commerciale, in quanto non ho intenzione di citare alcun prodotto commercializzato, ma solo divulgare quest’informazione.

    Ultimamente abbiamo preso in analisi il frutto del mangostano e stiamo conducendo ricerche da circa un anno nel policlinico di Pavia. Nel 2013 prenderemo in analisi, probabilmente, anche le bacche di goji.
    Il frutto del mangostano risulta essere utile per problematiche topiche, dermatologiche, come la psoriasi, ma come si può leggere di seguito, si rivela funzionale in moltissime patologie con causa infiammatoria (quasi la totalità delle patologie ha come con-causa l’infiammazione cellulare). Su tutte anche il diabete e le problematiche cardiovascolari traggono grande beneficio dal consumo regolare di mangostano, a quanto ci stanno confermando le ricerche.

    Naturalmente le ricerche sono condotte sul FRUTTO allo stadio naturale e quindi gli esiti si intendono da addurre all’effetto del frutto, non all’effetto di prodotti in commercio realizzati a base del frutto, quindi è bene fare attenzione a questa distinzione e fare attenzione a dove si comprano prodotti a base di mangostano e ovviamente a cosa si compra.

    Riporto di seguito alcune fonti autorevoli, NON COMMERCIALI ma DIVULGATIVE, sull’argomento, per chi volesse approfondire:

    LA STAMPA
    http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/Benessere/grubrica.asp?ID_blog=26&ID_articolo=1287&ID_sezione=33&sezione=Salute

    IL SOLE 24 ORE
    http://salute24.ilsole24ore.com/articles/5396-succo-di-mangostano-superfrutto-esotico-contro-le-infiammazioni

    NEWSFOOD
    http://www.newsfood.com/q/1b5559b3/mangostano-e-oncologia-prof-corrado-ficorella/

    DIABETE.net
    http://www.diabete.net/notizie/il-potere-del-mangostano/

    Anche alcuni blog seri di approfondimento:

    DOCMANGOSTANO
    http://docmangostano.wordpress.com/storia-del-mangostano-docmangostano/

    MANGOSTANO BLOG
    http://mangostano-mangostano.myblog.it/

    Dr. Allasia Franco
    Pavia

Lascia un Commento